Seminario Vescovile di Acireale » Blog Archive » Ordinazione Presbiterale don Egidio Vecchio


Ordinazione Presbiterale don Egidio Vecchio

Linguaglossa è in festa. Un paese intero si è stretto attorno a un suo figlio, Egidio Vecchio, che giovedì 8 è stato ordinato presbitero nella Chiesa “S. Maria delle Grazie”. Un evento eccezionale, atteso da tanti anni, che è stato vissuto con trepidazione e accolto con la consapevolezza che il Signore ha guardato con occhi di predilezione non soltanto il giovane ordinato ma tutta la comunità ecclesiale e cittadina del paese alle pendici dell’Etna.

L’ordinazione di Don Egidio (27 anni) è giunta al termine di un lungo cammino vocazionale, iniziato nella sua comunità parrocchiale “S. Francesco di Paola”, alla scuola del parroco di venerata memoria don Vincenzino Di Mauro. Nel 2008 l’ingresso nella comunità propedeutica del Seminario e poi i sei anni di formazione dal 2009 al 2015, vissuti con serietà, tanto impegno e voglia di crescere nella fede e nell’amore di Dio e del prossimo.

Il rito è stato presieduto dal Vescovo Mons. Antonino Raspanti, alla presenza di un nutrito gruppo di sacerdoti e di tanti fedeli che hanno assiepato la chiesa madre. Nel corso dell’omelia dell’ordinazione il Vescovo ha preso spunto dalle letture proclamate per ricordare a tutti che Gesù, non essendo né re né sacerdote dell’antica alleanza, si accreditò agli occhi del popolo così come dovevano fare i profeti, cioè con la coerenza e la santità della vita, fino al dono totale di sé nel martirio. Allo stesso modo deve fare il sacerdote, al quale si chiede la sapienza, la saggezza e la maturità proprie dell’anziano (il “presbitero” per l’appunto) per poter aiutare e guidare i fratelli affidati alla sua carità pastorale. Per questo motivo, il Vescovo non ha esitato a dire all’ordinando presbitero che da qual momento in poi egli avrà ancora molto da imparare e da fare, con la grazia di Dio e il suo personale atteggiamento di obbedienza, fiducia e abbandono.

Don Egidio, da giovane sacerdote qual’è, comincerà ad acquisire questa “sapienza evangelica” muovendo i suoi primi passi nella comunità “Maria SS. Annunziata” di Calatabiano, dove è stato destinato a svolgere il compito di vicario parrocchiale. La parrocchia non gli è affatto nuova, dal momento che proprio a Calatabiano ha svolto negli anni scorsi il suo tirocinio pastorale. Intanto avrà modo di portare a termine la licenza in teologia, indirizzo spiritualità, che ha intrapreso allo Studio teologico S. Paolo di Catania.

don Alfio Privitera